Vai al contenuto

Convegno – Cinema e inferno dantesco

Dal 15 al 18 dicembre 2021, presso l’Aula Magna del Campus Luigi Einaudi (Lungo Dora Siena 100/A, Torino), si terrà “Schermi oscuri. L’inferno dantesco nel cinema e nei media audiovisivi”, convegno internazionale dedicato alle opere cinematografiche e mediali ispirate all’Inferno di Dante Alighieri, organizzato dall’Università di Torino in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema e a cura di Silvio AlovisioGiulia Carluccio e Stella Dagna.

Se L’inferno prodotto dalla Milano Films nel 1911 è rimasto il riferimento per quegli adattamenti che si sono proposti una messa in scena fedele alla lettera del testo dantesco, la produzione mainstream ha invece più spesso riletto la prima cantica in chiave di racconto morale (per esempio i due Dante’s Inferno statunitensi, quello diretto da Henry Otto nel 1924 e quello di Harry Lachman del 1935; ma anche, indirettamente, Seven di David Fincher,) o come autorevole mito culturale da laicizzare anche con la risata (da Maciste fino a Totò). La produzione più sperimentale, invece, ne ha proposto riletture allucinatorie (The Dante Quartet di Stan Brakhage; Inauguration of the Pleasure Dome, di Kenneth Anger), mentre il cinema di animazione ne ha ricavato ispirazioni molto diverse. La televisione, infine, ne ha tratto spunto per verificare e ripensare il proprio potenziale di divulgazione (oltre alle puntate di A TV Dante di Peter Greenaway e Raul Ruiz, si pensi alla registrazione delle letture dantesche di Vittorio GassmanVittorio SermontiCarmelo Bene e Roberto Benigni).

Il convegno intende approfondire questo incontro complesso tra il linguaggio audiovisivo e immaginario dantesco da punti di vista diversi ma spesso convergenti: l’animazione e il cinema italiano, ma anche i rapporti con il teatrole sperimentazionii linguaggi del webil cinema di genere tra riletture dei classici e nuove scoperte filmografiche.

Consulta la pagina ufficiale.